Come fare Trend Following per rendere più competitivo il proprio trading

Come fare Trend Following per rendere piu competitivo il proprio trading Il Trend Following è un approccio al trading basato sullo studio delle tendenze, in pratica lavoriamo per anticipare tendenze sufficientemente ampie, per trarre profitto. Nella community operiamo nel mercato dei cambi (forex) per mettere in opera Asset Finanziari (più comunemente definiti come strategie di trading), in grado di conseguire risultati, con un rischio limitato ed un certo livello di affidabilità. La differenza fra una semplice strategia ed un asset, sta proprio nell’affidabilità e su come è possibile programmare di anno in anno il raggiungimento di specifici obbiettivi di profitto.

Con il Trend Following è necessario gestire una serie di opportunità infruttuose, che generano piccole spese, per giungere alle opportunità che consentono il maggior profitto, grazie allo sviluppo di un trend. Pertanto è necessario delineare un percorso, scandito dalle spese (vedi infografica in basso “Come si ottiene un profitto”), che evento per evento porta ad una tendenza e quindi ad un largo profitto. Si rinuncia ad un piccolo profitto immediato, per un profitto maggiore dopo giorni o settimane. Questo approccio prevede un rischio limitato e grazie ad un lavoro di pianificazione molto accurato, è possibile rendere più competitivo l’asset (piano di trading+trader).

Nella Community utilizziamo 2 metodi di Trend Following, il metodo TFB che consente di operare con gli schemi di prezzo ed il metodo TFE che sfrutta le Onde di Elliott per trarre risultati. La caratteristica di questi asset e che il trader può operare con pochi segnali nel corso dell’anno, per raggiungere specifici obbiettivi di profitto. Poiché il rischio di una gestione dipende in larga parte dal numero di segnali gestiti, riducendone il numero è possibile ridurre il rischio e anche la complessità della gestione (il trader commette meno errori). Si tratta infatti di asset adatti a chi lavora e cmq a chi ha poca esperienza. Poi vedremo nel prossimo articolo, come funzionano anche gli asset di Day Trading di lungo termine, che consentono un lavoro con molti più segnali. Utilizziamo 3 metodi di questo tipo, che danno accesso ad un gran numero di asset finanziari, ma richiedono trader più esperti.

Per capire come funziona il Trend Following, devi osservare i large traders

Come si ottiene un profitto con il Trend Following

I trader che fanno Trend Following tengono gli occhi puntati sui large trader, per poter agganciare e seguire un trend, sfruttando la liquidità a supporto. Per poter spiegare efficacemente questo argomento, utilizzeremo il metodo TFB e le congestioni, poiché costituiscono un ottima base, dal quale nascono la maggior parte delle tendenze. Osservando il comportamento delle congestioni su mercati come EurUsd e GbpUsd (sono mercati più semplici) è possibile comprendere il processo che porta allo sviluppo di un trend e come tutto questo venga supportato dai large trader e dalla liquidità che sono in grado di direzione in alcuni giorni.

Nell’infografica che riporto di seguito è possibile osservare alcuni esempi, concentriamo l’attenzione per il momento sul primo esempio: Si tratta di una congestione che conferma la presenza di liquidità a supporto (Consulta per approfondire anche l’articolo e video “Come nascono le tendenze“) . La congestione è uno schema di prezzo che lavora lateralmente e che evidenzia un area all’interno del quale il mercato è bloccato. Si definiscono in questo modo i limiti, attraverso dei livelli tondi e si attende lo sviluppo di una barra di trend giornaliera e con prese di profitto ridotte, oltre tali limiti.

Questo evento indica che i large traders hanno spostato il prezzo oltre i confini della congestione, per attirare la liquidità da parte di altri large trader. Se questa liquidità viene confermata, noi rileviamo una barra di trend giornaliera con una prospettiva futura, da poter sfruttare. Se invece la liquidità non viene confermata, rileviamo una barra di collasso, vedi secondo esempio. Si tratta delle basi di Trend Following, dopo aver capito questo è possibile studiare gli argomenti previsionali e gestionali, che servono per produrre risultati.

Come operare con le congestioni, con il metodo TFB e l’importanza della pianificazione

Come fare Trend Following per rendere piu competitivo il proprio trading infografica
Infografica estratta dal Corso di Startup della Community Trend Following University

Le congestioni sono schemi di prezzo semplici ed efficaci per fare Trend Following, ma ne esistono diversi tipi ed è necessario definire con esattezza la Ricorrenza a Basso Rischio sul quale si desidera operare, anche per far emergere i limiti operativi. Per fare questo attuiamo un lavoro di pianificazione che consente di studiare e documentare il comportamento delle Ricorrenze, quindi delle opportunità di trading. Emergono molti dati per consentire al trader di operare in modo molto preciso, ma con la consapevolezza che le capacità previsionali hanno dei limiti, poiché non è possibile prevedere il futuro in modo esatto e sistematico. I limiti previsionali, come spiego nella Community vengono superati con la gestione.

Per esempio le congestioni settimanali con meno di 5 barre, consentono di agganciare un trend con un rischio molto limitato e sono in grado di dare accesso a tendenze di medio e lungo termine, 1-3 volte l’anno, su mercati come EurUsd e GbpUsd. Mentre le congestioni settimanali con più di 5 barre richiedono una gestione maggiore e quindi un costo maggiore, ma possono dare accesso anche a tendenze di lunghissimo termine fino a 900-1200 pips. Quindi in genere, più è ampia la congestione, maggiore è il costo per agganciare un trend, ma la tendenza è maggiore e pertanto è possibile realizzare un profitto maggiore.

Una congestione settimanale con meno di 5 barre costituisce la base dell’opportunità, poi sarà necessario studiare le reazioni infruttuose e quelle che hanno sviluppato un trend, partendo da una base di 3-5 anni per raccogliere più dati possibile, per definire il comportamento della ricorrenza a basso rischio, in modo da pianificare il lavoro gestionale, per superare le spese e le problematiche (che è naturale affrontare con questi eventi) e per giungere ad un risultato di anno di anno. Spesso i trader alle prime armi non riescono a mettere in opera un trading competitivo, perché operano su eventi che non conoscono. La pianificazione consente di operare su eventi noti e questo riduce il rischio, la complessità della gestione e anche le interferenze emotive, consentendo una gestione competitiva. Non è una grande scoperta, è semplicemente quello che fanno tutti i grandi fondi d’investimento, studiare gli eventi prima lavorarci su e sfruttare ampie variazioni di mercato con un rischio limitato.

Guarda questi video per approfondire

Autore dell'articolo

Mi occupo di trading, in particolare di Trend Following. E’ un tipo di trading che sfrutta ampie variazioni di mercato, attraverso una pianificazione accurata. E’ un business con una gestione molto simile ad un impresa tradizionale, non è un trading emotivo o istintivo. Può essere praticato con una programmazione e può essere trasferito ad altre persone, per lavorare in Team. Nel 2014 ho creato questa Community con lo scopo di formare Team di Trader Esperti per collaborare allo sviluppo del business.

Pubblica un commento o formula una domanda

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GDPR